Articolo evidenziato

Le donne nel Medioevo

Della prolusione dell’anno accademico 2019 – 2020 della L.U.A.J., la Libera Università per Adulti di Jesi, è stata incaricata la Prof.ssa Silvana Vecchio, docente di Antropologia Filosofica del Medioevo e del Rinascimento presso l’Università di Ferrara, che il 13 ottobre ha trattato la tematica de Le donne nel Medio Evo. L’argomento, di cui è una vera specialista, risulta quanto mai vasto, complesso ed affascinante, anche perché nel periodo molto lungo preso in considerazione – circa mille anni – le numerose tipologie femminili (monache, serve, contadine, regine ecc.) non sono rimaste cristallizzate nel tempo.

Continua a leggere “Le donne nel Medioevo”

DA MILANO A ABU DHABI: LA NOSTRA ESPERIENZA A “I GIOVANI E LE SCIENZE 2019”

da Sara Pierdicca e Tamara Fontana riceviamo e volentieri pubblichiamo È trascorso ormai più di un anno da quando abbiamo deciso di cimentarci nella realizzazione di un elaborato scientifico da poter presentare al concorso nazionale de “I Giovani e le Scienze 2019” di Milano, una competizione con progetti provenienti da tutta Italia, dove vengono assegnati prestigiosi accrediti ad esposizioni scientifiche internazionali. È proprio vincendo uno di questi premi che due progetti della nostra scuola, ossia “Lievitazione del pane e rapporto tra i coenzimi NAD+ e NADH” realizzato da Sara Pierdicca, Tamara Fontana e Maria Caliri della 5Dbs  e “Sughero e … Continua a leggere DA MILANO A ABU DHABI: LA NOSTRA ESPERIENZA A “I GIOVANI E LE SCIENZE 2019”

Progetto: “Sentinelle dei rifiuti”

Il nostro istituto da sempre è stato molto sensibile riguardo alle questioni ambientali e smaltimento dei rifiuti, grazie anche alla presenza dell’indirizzo biologico ambientale. La commissione dei professori dell’indirizzo stanno lavorando all’iniziativa “scuola green” che comprende numerose attività tra cui il progetto “sentinelle dei rifiuti”. Continua a leggere “Progetto: “Sentinelle dei rifiuti””

Polveri sottili: silenziose e pericolose

Le questioni più largamente discusse in materia di inquinamento ambientale riguardano in gran parte l’ effetto serra.

Si sente invece meno parlare delle alte concentrazioni di polveri sottili.

Seppur meno conosciute, le polveri sottili risultano pericolose perché agiscono silenziosamente e lentamente andando ad accumularsi al interno delle vie respiratorie provocando danni, anche gravi.

Un’ esempio è costituito dalle PM10 le quali agiscono come irritanti degli organi che compongono l’apparato respiratorio oltre ad essere il veicolo principale usato dai microelementi chimici quali il benzene o i metalli pesanti.

La presenza di queste ultime sostanze va ad aumentare la pericolosità delle polveri sottili in quanto, legandosi ad esse, possono essere inalate, dunque, con la stessa facilità.

Continua a leggere “Polveri sottili: silenziose e pericolose”