La notte bianca dei LES e il sogno del BENE comune

di Antonella Corneli

Dieci a tutti!”: così ha urlato una voce proveniente dal pubblico che assisteva al concerto musicale della band dei ragazzi e dei docenti del Galilei durante la Notte bianca dei Licei Economico Sociali.

E’ stata una serata davvero speciale quella di venerdi 25 ottobre, il nostro Istituto ha aperto le sue porte a numerosi visitatori e proposto un ventaglio di idee e di eventi preparati con grande impegno nei giorni precedenti. E’ stata evidente una forte determinazione a far sì che tutti potessero conoscere la forza e la novità di questo corso di studi, non sempre conosciuto nella sua essenza.

La “nostra” notte bianca era stata immaginata nei suoi tratti essenziali già qualche mese fa da alcuni docenti che avevano condiviso le loro intuizioni da realizzare poi con gli studenti, i quali, opportunamente coinvolti, sanno sempre sorprenderci come abbiamo visto!

Il Liceo economico sociale è stato spiegato secondo 5 differenti declinazioni:

  • La prima prettamente socio economica, con laboratori volti a mostrare la dimensione etica dell’economia con uno sguardo approfondito alla sostenibilità e al bene comune;
  • Les poi inteso come Empatia e Solidarietà, con risvolti sul sociale, ambito che sta mostrando vari fronti di emergenze attualissime;
  • Les Europa Sviluppo, con un occhio alla dimensione europea e alle scelte sociali che comportano responsabilità e conseguenze verso gli altri;
  • Les Energia sostenibile, con un’attenzione dedicata al bene comune, che ha rappresentato lo slogan dell’intera serata e in fondo rispecchia anche l’orientamento del nostro modo di fare scuola;
  • Liceo English Spanish, con attività didattiche e allo stesso tempo ludiche, che potessero conciliare le due lingue e culture studiate nel nostro Istituto.

La serata era iniziata a Palazzo Pianetti con una conferenza di apertura delle manifestazioni che hanno visto a Jesi protagonisti entrambi i Licei socio economici: i rispettivi Dirigenti scolastici, alcuni relatori tra cui il nostro collega prof.Viniello, hanno dato la chiave di lettura dei temi fondamentali sui quali poi gli studenti si sono messi alla prova ed hanno realizzato i loro lavori.

Una perla dell’evento è stata anche la rappresentazione teatrale che ha visto protagonisti una quindicina di studenti, i quali in poche ore, sotto la guida esperta dell’operatrice teatrale Lucia Palozzi hanno messo in scena una performance veramente coinvolgente sul tema ambientale, con poche scenografie ma con sapienti artifici scenici che hanno davvero riempito il palcoscenico ed emozionato.

Non è mancato neppure il pensiero a piccoli quotidiani gesti tesi ad una maggiore cura dell’ambiente: i ragazzi hanno distribuito le borracce riutilizzabili, in modo da evitare l’uso eccessivo di bottiglie d’acqua di plastica. Un piccolo segnale di responsabilità nell’ottica di un cambiamento che coinvolga tutti, giovani e adulti verso un mondo che cambia, al quale dovremmo dare noi una direzione.

WhatsApp Image 2019-10-29 at 07.55.21 (2)E ha avuto ragione la ragazza che al termine di una canzone suonata magistralmente dai docenti e studenti dell’Aula Zero ha gridato con tutto l’entusiasmo possibile: “10 a tutti!!! “ perché davvero è stata una nottata in cui tutti hanno dato il meglio di sé, studenti, docenti e collaboratori scolastici, a confermare che <<Non si può fare la nostra felicità, senza fare quella degli altri>>

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.